Galatina: “la terra del rimorso” tra Oriente e Occidente

Galatina: “la terra del rimorso” tra Oriente e Occidente

cropped-logo-econauti1.jpg

Trek on the clock  fa tappa a Galatina,

dopo il rinvio della scorsa settimana a causa del maltempo,

con un percorso realizzato da Gli Econauti nell’ambito del progetto Discovering Salento.

Al centro del viaggio le antiche credenze pagane e il femminino sacro, attraverso la scoperta

dei simboli e dei richiami ancora evidenti per le strade dei nostri centri storici.

La camminata diventa set itinerante di un cortometraggio con MeditFilm

i cui protagonisti sono gli stessi partecipanti.

Allegato di posta elettronica-1

Galatina – piazza Gioacchino Toma

8 dicembre 2014 – ore 16

Dopo il rinvio della scorsa settimana a causa del maltempo, “Gli Econauti” in occasione dell’Immacolata, lunedì 8 dicembre, guidano un percorso alla scoperta del centro storico di Galatina tra pietre e mascheroni apotropaici, con un’attenzione speciale alle immagini del femminino sacro. Start previsto alle ore 16 da Piazzetta Gioacchino Toma per un itinerario in quello che viene definito “l’ombelico del Salento” alla scoperta di legami e influenze tra simboli, allegorie e rituali pagani ancora presenti nel nostro vivere quotidiano. Tante le suggestioni proposte durante questo nuovo appuntamento di Trek on the Clock, nell’ambito del progetto Discovering Salento, sostenuto da Puglia Promozione: le antiche sinergie tra Oriente e Occidente, così come ha sottolineato lo stesso Philippe Daverio, le tracce di magia e di antiche credenze pagane per le vie del borgo e la connessione con i temi del rimorso della taranta. Tra le figure al centro del viaggio nella storia proposto da “Gli Econauti”, la regina Maria d’Enghien, la cui storia personale e pubblica ha segnato quella di questo territorio.

Grazie alla collaborazione di Meditfilm, realtà emergente nel panorama cinematografico salentino, il trekking urbano diventa il set itinerante di un cortometraggio, in cui i protagonisti saranno gli stessi partecipanti. La carovana farà sosta obbligata alla Basilica Orsiniana di Santa Caterina d’Alessandria, una delle chiese italiane più ricche di affreschi, compresi quelli ispirati ai vangeli apocrifi, illustrati da esperti del territorio. Tra le sorprese della passeggiata, si potrà visitare la Chiesa dei Battenti, aperta per l’occasione. L’esplorazione continua nelle stanze della Libreria Fiordilibro, in cui i visitatori potranno curiosare tra i testi dedicati al territorio, scelti con cura dalla libraia Emilia. La partecipazione è gratuita ed è prevista una degustazione nello storico bar Eros. Per i celiaci è prevista un’offerta dedicata. Sarà garantita la presenza di accompagnatori in lingua francese, inglese, spagnolo e, su richiesta, di un interprete LIS e di accompagnatori in tedesco, russo, cinese e giapponese.

Galatina - Abraxas

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.